ONDE QUADRE ART DEVELOPMENT

[About]

MISSION

L'Ass. OndeQuadre formalmente si istituisce a metà 2009, ma la sua attività prosegue ormai da più di tre anni, da quando, nel 2007, fu organizzata la prima collettiva d'arte contemporanea "Ondequadre", festival dedicato all'arte emergente (visiva e sonora), con una predilezione particolare per le avanguardie e caratterizzato dal forte desiderio di ricercare e proporre delle forme curatoriali innovative. Se all'inizio questa ricerca del nuovo era indirizzata soprattutto dall'intenzione di agevolare e stimolare il rapporto tra opera d'arte e spettatore, in tempi più maturi essa è ispirata dalla voglia di confronto con i grandi sistemi dell'arte oggi assodati, proponendosi come alternativa laddove questi sistemi ci sembrano inefficienti o, meglio, insufficienti, ad avvalorare il senso dell'arte. Ciò non significa che l'Ass. OndeQuadre non sia considerevole del così detto establishment del circuito dell'arte o che voglia chiamarsi fuori dalla logica che l'arte debba avere anche un prezzo.
Ciononostante, ritenendoci un movimento, piuttosto che un'istituzione, crediamo che ad oggi sia prevalente l'esigenza di (ri)portare in primo piano il pensiero dell'opera d'arte e dell'artista piuttosto che elaborare strategie comunicative autoreferenziali che rischiano di ridursi soltanto alla promozione di un marchio.
In questo senso, i nostri beautiful failures li raggiungiamo ogni qualvolta "falliamo" nell'ortodossia delle pratiche estese, ossia quando ci inventiamo nuovi spazi, quando riponiamo grande fiducia nell'arte emergente, quando ci intestardiamo per ridare un significato al concetto di underground, sempre più sommerso da quello di intrattenimento performativo, quando preferiamo proporre forme e suoni sperimentali, per quanto ancora difficili da riconoscere, piuttosto che lavorare su vecchi standard già confermati. Quando, infine, paradossalmente desideriamo ciò che ancora non conosciamo. Del resto curare l'arte, scegliere in quale investire e perciò rinunciare al resto, comporta sempre un "margine di erroneità" inevitabile; proprio per questo l'Ass.OndeQuadre lavora anche in progetti – come quello redazionale sul nostro sito piuttosto che la programmazione di workshop pluridisciplinari – diretti all'approfondimento e al confronto con altri addetti del settore; inoltre, spesso, ha collaborato e collabora nella realizzazione di iniziative al fianco di altre associazioni, enti pubblici, società, gallerie e locali, per lo più sul territorio veronese ma virtualmente in tutta Italia.
Sempre nell'ottica di una ricerca di forme curatoriali innovative, un'altra caratteristica portante della filosofia OndeQuadre è sempre stata quella di prolungare il più possibile il rapporto con gli artisti, impegnandosi in rapporti duraturi; la maggior parte delle articolazioni progettuali dell'Associazione – la divisione del festival estivo in più fasi, la web radio, l'electro contest, la gallery virtuale… – sono state create proprio per questo. Curare e approfondire l'arte, in qualunque forma espressiva, così come proporla in modo autentico e perciò rispettando ed esaltando le intenzioni di chi la crea, non può prescindere dall'intraprendere percorsi che, per un verso, risalgono a ciò che viene prima dell'esibizione/performance dell'opera e, dall'altro, proseguono oltre, interessandosi anche alla produzione dell'artista che deve ancora venire e alla sua progettualità. Solo in questo modo, crediamo, l'esperienza artistica può realmente diventare cultura, portare nuovi significati e fare progresso. In questo senso intendiamo il contemporaneo, non come uno stato d'essere ma piuttosto come un dover essere: all'avanguardia e indipendenti da chi intenda fare scuola fermando i processi di ricerca così come da quanti tendono a confondere innovazione con sensazionalismo. Del resto, dopo oltre tre anni di attività, dopo aver lavorato con e promosso più di 100 artisti di livello anche internazionale (tra gli altri Megahertz, Christian Rainer, Bangkok Impact, TLR…) dopo aver collaborato proficuamente con gallerie, locali, associazioni, professori e critici d'arte, aziende, istituzioni pubbliche di livello provinciale e regionale e dopo aver ricevuto il consenso di un pubblico eterogeneo formato da migliaia di persone, riteniamo che valga ancora la pena di proseguire per questa strada. Preferendo l'arte alla matematica, non diremo mai che i numeri parlano da sé, ma di certo non ci sentiamo soli.

PERCH è IL NOME ONDEQUADRE

perché onde quadreIl nome OndeQuadre è stato scelto per due motivi.
Il primo nasce dalla convinzione che ogni forma artistica passi sempre e comunque attraverso tutti e cinque i sensi, tanto più che oggi il contemporaneo è sempre più sinonimo di commistione tra le diverse espressioni artistiche, da quelle visive a quelle sonore.
Per facilitare questa percezione dell'opera d'arte, sin dagli albori del progetto OndeQuadre, si è voluto dare un suono ad ogni iniziativa proposta, per dare un aspetto più tridimensionale alle installazioni, per far si che le nostre iniziative si potessero apprezzare con il maggior numero di sensi possibili. In questo senso le onde quadre dunque, rappresentano bene, anche attraverso un gioco di parole, le vibrazioni che possono connettere un'opera visiva ad una performance sonora.
Il secondo motivo trova spunto da un video di Gino de Dominicis, in cui si vede l'artista che tenta di creare delle onde quadrate gettando ostinatamente dei sassi in uno stagno.
Di quest'opera ci piaceva il concetto avanguardista che vede coincidere l'essenza dell'atto creativo con il comporre qualcosa che va oltre la natura.. Per questa ragione l'azione di OndeQuadre vuole essere pioneristica e di ricerca sebbene consapevole e perciò tenendo uno sguardo anche ai processi passati. Non si tratta di manipolare, ma di creare. "Creativity takes courage" come diceva Matisse.

ONDEQUADRE VERSIONE 3.0 [2009]

La collettiva Ondequadre nel 2009 è giunta alla sua terza edizione e ciò grazie al successo riscosso nelle scorse due, che hanno attirato l’attenzione sempre crescente di pubblico e addetti del settore, ottenendo anche il Patrocinio della Regione Veneto. versione 3.0Le novità dell’ultima edizione sono state molte, a partire dalla location iniziale: il forte austriaco S. Mattia (Werk San Mattia) posto sull’altura più eminente che domina Verona a settentrione. L’attenzione si è rivolta sempre ai giovani artisti (18 - 35 anni), provenienti da tutta Italia, ma con una nuova formula espositiva. Ogni artista ha avuto a disposizione un certo spazio nel quale allestire il proprio lavoro; c’è stata, quindi, un’apertura anche alle installazioni, ai video e alle performance, in linea con l e nuove tendenze contemporanee che vedono il creativo sempre più multidisciplinare. Durente i tre giorni espositivi si sono fuse alle opere d’arte le onde sonore di gruppi musicali, producers e performances, dall’ambient alla techno, dalla musica compositiva contemporanea alle avanguardie più radicali.
Peculiarità di questa edizione è stato il tentativo di coinvolgere ancora di più il pubblico in un’azione di riflessione e di critica. Infatti, oltre al consueto “Premio del pubblico”, l’allestimento è stato curato cercando di ricondurre le opere partecipanti all’interno di aree tematiche comuni, facendo così emergere quei concetti principali attorno ai quali si svolge la giovane produzione artistica contemporanea. Nello specifico, sono state principalmente approfondite le idee di “identità”, di “erotismo e pornografia”, di “ricerca” e il rapporto tra quotidiano e inatteso. Inoltre, per il primo anno gli artisti partecipanti hanno accompagnato le loro opera con una breve poetica, scritta da loro stessi ovvero da altri curatori. versione 3.1Quest’ultima novità la si è voluta inserire partendo da una constatazione, ossia di come in un mondo, quello dei nostri giorni, fatto di immagini e suoni velocissimi, che come un cal ei doscopi o muta in continuazione, ciò che resta del “prodotto artistico” spesso si riduce ad un breve istante percettivo. L’inserimento di una breve poetica ha avuto la finalità di riscoprire il percorso di ricerca che si nasconde dietro ogni opera d’arte, il pensiero dell’artista, i materiali e le tecniche adoperate. A selezionare i lavori partecipanti è stata una commissione interna all’Ass. Onde Quadre, la quale, tra i tanti partecipanti, ha scelto 24 artisti che poi hanno esposto nelle tre giornate di Luglio. A differenza delle scorse edizioni i premi assegnati sono stati tre: il “Premio della giuria”, consistente in un contributo di 500 euro oltre all’allestimento di una mostra personale in una galleria nel centro di Verona, assegnato da una giuria composta da professori e personalità rilevanti nel mondo dell’arte. Il premio “Go(o)d Intentions”, di 300 euro, dedicato alla sperimentazione e all’innovazione e consegnato dall’Associazione Onde Quadre. Infine, il consueto “Premio del pubblico”, di 200 euro, assegnato sulla base delle preferenze dei visitatori.
Oltre a tutto ciò, nel 2009, per la prima volta, OndeQuadre ha presentato anche l’“OQO9 electrocontest”: concorso musicale rivolto alle nuove proposte del panorama elettronico.

OQ ELECTROCONTEST

OQ Electro Contest nasce parallelamente all’annuale premio per le arti visive, per dare proprie tracce sul mercato discografico, che spesso tarpa le ali ai nostri “giovani aspiranti Brian Eno”. Sul mercato mondiale della musica, infatti e purtroppo, (ci sia perdonata la critica) ultimamente sembra che riesca ad emergere solo chi si piega a certe regole dettate da interessi prettamente economici. Il Contest 2009 era rivolto principalmente a quei produttori che proponevano nelle loro tracce dei “set di strumenti” atipici rispetto alla classica formazione basso-batteria-chitarra-voce del pop o del rock, mescolando fredde drum machine anni 80 al caldo suono di viole e violini, piuttosto che un classico pianoforte di base ad una voce filtrata e resa robotica e tagliente attraverso un vocoder. OndeQuadre ha avuto orecchie per tutti, a poca distanza dalla pubblicazione del bando sul sito sono cominciate ad arrivare tracce da tutta Italia, da artisti emergenti che ambivano alla vittoria finale, rendendo arduo il lavoro della giuria – composta da alcuni membri dell’Ass. OndeQuadre coadiuvati da Nicola Fasoli, fonico, produttore e tecnico del suono con esperienza decennale nell’ambito della computer music – per la scelta del nostro candidato ideale. Il premio di 150 euro, sponsorizzato dal negozio di strumenti musicali Musical Box – tra i più grandi d’Italia – alla fine è stato assegnato ad Airbag Killax (Davide Piotto), per la sua estrema propensione alla sperimentazione di suoni e soprattutto di ritmiche. Assieme al premio in denaro, il nostro vincitore ha avuto anche la possibilità di esibirsi dal vivo accanto a dei veri e propri guru della musica elettronica, come Bangkok Impact (Berlino) e TLR (Amsterdam) durante il main event della rassegna collettiva svoltasi a luglio 2009. Sorpresi dalle tante richieste di partecipazione, ma impossibilitati a dare a tutti l’opportunità di esibirsi di fronte al nostro pubblico, in accordo con tutti gli artisti, si è pensato di produrre un CD-compilation con i migliori pezzi pervenuti e di distribuirlo gratuitamente durante i giorni della collettiva e nelle fasi successive del concorso. Tutto ciò per cercare di dare la giusta visibilità a tutti coloro che hanno sposato la causa di OndeQuadre per la promozione della nuova musica.

VINCITRICE DEL PREMIO DELLA GIURIA: FRANCESCA DEMETZ
VINCITORE DEL PREMIO GO(O)D INTENTIONS: GRUPPO OLTRECERCHIO
VINCITORE DEL PREMIO DEL PUBBLICO: DARIO SCALA
GIURIA QUALIFICATA COMPOSTA DA: G.ABRIELLO ANSELMI (ARCHITETTO E SCULTORE) ¦ DAVIDE ANTOLINI (PITTORE E DOCENTE DELL’ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI VERONA) ¦ FRANCESCO AVESANI (PITTORE E DOCENTE ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI VERONA) ¦ SEBASTIANO ZANETTI (ARTISTA) ¦ NADIA MELOTTI (CRITICA D'ARTE).
ARTISTI PARTECIPANTI: MIRKO CANESI ¦ FRANCESCO D'ISA ¦ SARAH LJUBA GENTILI ¦ MATIA CHINCARINI ¦ ESTER GROSSI ¦ DANIELE PATRONE ¦ DARIO SCALA ¦ DAVIDE BARONI ¦ FEDERICA COGO ¦ FRANCESCA DEMETZ ¦ MARCELLO DE ANGELIS ¦ STEFANO DE LONGHI ¦ TOMMASO CAROZZI ¦ ENRICO BETTANIN ¦ MARTA CORSINI ¦ FILOMENA NADIA ROSSI ¦ SABA FERRARI ¦ LUIGI CERVONE ¦ MAURO ALBERTI ¦ TEDDY NEGRETTO ¦
OLTRECERCHIO ¦ GEORGIA ALLORO ¦ MARCO BERALDO ¦ SAMAELE ¦.
PROGRAMMA MUSICALE: CAPTAIN MANTELL ¦ ONUSSEN ¦ ANTITEQ ¦ DAVID IRON ¦ DJ MULL ¦ BANGKOK IMPACT ¦ TLR ¦ WOLTHER GOES STRANGER ¦ BE INVISIBLE NOW ¦ CHRISTIAN RAINER
VINCITORE DELL’ELECTROCONTEST: AIRBAG KILLEX
GIURIA ELECTROCONTEST: POWERED MILK (KINA RECORDS)

ONDEQUADRE VERSIONE 2.0 [2008]

versione 2.0L'edizione 2008 di ondequadre si è aperta a giugno, con una cena introduttiva presso la Baita degli Alpini.
Ospiti della serata sono stati gli artisti, i musicisti ed i collaboratori che hanno reso l'edizione 2007 un piccolo-grande successo. La collettiva vera e propria si è svolta dal 18 al 20 di luglio, con il patrocinio del comune di Castel d'Azzano, all'interno del recuperato Parco Raziol. L’evoluzione rispetto alla precedente edizione è stata molto significativa, in particolare per la qualità artistica dei lavori partecipanti e per la selezione musicale, con il passaggio di producers e gruppi di richiamo nazionale. Hanno aderito al bando di selezione circa quaranta giovani artisti, tra questi ne sono stati selezionati venticinque. Le richieste di partecipazione sono giunte da tutta Italia (Verona, Alessandria, Agrigento, Vicenza, La Spezia...) ampliando in maniera significativa la risonanza del nostro progetto. versione 2.1Il numero di visite durante la tre giorni è notevolmente aumentato rispetto alla precedente edizione, grazie ad una più capillare azione comunicativa, ad un palinsesto ed un offerta più accattivanti e, sopratutto, grazie al buon esito della prima edizione. La fase finale, che funge anche come premio per i tre artisti finalisti, è stata nuovamente ospitata presso la Galleria Testoni di San Zeno, inauguratasi con il tutto esaurito il 19 dicembre e conclusasi il 27 dello stesso mese.

ARTISTI PARTECIPANTI: ALLORO GEORGIA, BASTELLI GRETA, BETTANIN ENRICO,
BIANCHINI CLAUDIA, BICOCCHI ALESSIA, BOVO ELEONORA, CARLANA ROSITA,
CAROZZI TOMMASO, CASCIO MARIA ANTONIETTA, CERVONE LUIGI, COLETTI
GABRIELE, COMPRI FRANCESCA, CRISTOFOLI ELIA, DAL BELLO ALESSANDRO, DE MALD è GIORGIA, DELISHAJ ALKETA, FERRARI SABA, FILIPPI EUGENIO, GENTILI SARAH LJUBA, GIORDANO CLAUDIA, MORANDO MICHELE, PATRONE DANIELE, PIAZZA ARIANNA, RIBA MICHELA, TOSI SILVIA, ZORZELLA FRANCESCO.
MUSICA E PERFORMANCE: MOLVEN, D.IRON, ADN, AL3MT, SEMOLA, DJ FASO,
CARBONAZZI, FARABRUTTO, MEGAHERTZ.

ONDEQUADRE VERSIONE 1.0 [2007]

versione 1.0La prima collettiva d'arte contemporanea ondequadre si è svolta in tre fasi. La prima ha visto esporre le opere di venti giovani artisti, per la maggioranza veronesi, all’interno di altrettanti negozi, palestre, sedi comunali ed esercizi vari di Castel d’Azzano, componendo una mostra itinerante della durata di un mese. Successivamente, in Luglio (dal 13 al 15), tutte le opere sono state raccolte in un unico contesto, all’interno della floreale cornice del Parco Raziol, trasformato per tre giorni in una “Galleria a Cielo Aperto” che ha ospitato anche gruppi musicali, dj’s e live set che hanno accompagnato i visitatori nella loro visione. In queste prime due fasi il pubblico è stato chiamato a partecipare attivamente esprimendo la preferenza per un’opera. versione 1.1I primi tre artisti scelti, infine, hanno ricevuto un riconoscimento concreto per il loro impegno artistico attraverso l’organizzazione di una mostra di approfondimento del loro lavoro nella Galleria Testoni, in centro a Verona, che ha aperto la terza fase della collettiva tenutasi nei mesi invernali.

ARTISTI PARTECIPANTI: EWA ALEXANDROWICZ, ROSITA CARLANA, TOMMASO
CAROZZI, PATRIZIA CASTRACANI, ELIA CRISTOFOLI, MARCELLA CRIVELLARO,
DEM125, GIULIA ERSEGO, ELENA ISOLANI, MARCO MANZINI, ROBERTO MIGLIORANZA, TAMARA NESCOVIC, JACOPO OLIVIERI, ELISA PAIOLA, MATTEO QUINTO, ANDREA SBROGIO', DARI O SCALA, SEBASTI ANO SEGALA, PI ERO SPADAROTTO, ALESSANDRAZECCHETTO..
MUSICA E PERFORMANCE: MATTHEW T, SCIARADA, AUDIO:MAGLI, MOIRA DJ,
ZWONIMIR, TWO DRINKS, REVAX, ADN, BONAZZI/CARRERI DUO, D.IRON.

COLLABORATORS

Ondequadre, per poter mantenere e ampliare la propria offerta culturale, è alla continua ricerca di nuove risorse. L’associazione ricerca persone che per passione o per professione siano interessate a collaborare in qualità di redattori o programmatori radiofonici. Ciò che ad oggi l’Ass. OndeQuadre può ricambiare per l’attività intellettuale offerta consiste nella pubblicazione di articoli, interventi, recensioni, trasmissioni via web…. e, quindi, una forte visibilità e conoscibilità in particolare sul nostro sito WWW.ONDEQUADRE.IT. L’attività redazionale è aperta a qualunque iniziativa riguardante il circuito artistico e musicale, preferibilmente nell’ambito del contemporaneo, lontana da inclinazioni politiche di qualsiasi genere.
L’attività di Broadcaster – ovvero di creatori di trasmissioni musicali di differenti durate – accoglie l’operatività di qualsiasi soggetto incline all’attività musicale, dal Dj/producer all’amatore o appassionato, che abbia voglia di attivarsi divulgando cultura musicale attraverso la web radio RADIACTION. Le proposte saranno tutte prese in considerazione e saranno valutate dai responsabili della Redazione e di RADIACTION.

PARTNERSHIPS

L’Ass. OndeQuadre, secondo il suo lite motive di promozione culturale facilmente fruibile e a basso costo per il pubblico, è da sempre orientata alla ricerca di collaborazioni con enti pubblici/privati che partecipino attivamente o passivamente nei progetti dell’associazione, in termini di supporto finanziario e materiale (ad esempio la messa a disposizione di spazi o materiali). I progetti culturali fino ad ora proposti hanno significato un intenso impiego di risorse economiche. Ad oggi le ambizioni dell’Ass. OndeQuadre necessitano di un supporto ad opera di Partner che si distinguano per qualità e per costanza.
Le forme di collaborazione possono essere molteplici, dagli investimenti in collaborazioni personalizzate, come la creazione di esposizioni curate ad hoc, alla promozione di aziende o prodotti all’interno degli eventi e delle attività che l’Associazione organizza. I Soggetti che possono essere interessati a collaborazioni di partenariato di qualsiasi genere con OndeQuadre sono coloro che vedono nell’arte contemporanea il mezzo ideale per veicolare la promozione del proprio brand, che riguardi un prodotto o un servizio, in termini sia di qualità della proposta sia di efficacia nella ricezione dell’utente finale.
OndeQuadre si avvale di strumenti divulgativi costanti, come il sito internet e la newsletter, e di strumenti cartacei, come flyer e locandine, che ad oggi si stimano in un monte annuo di circa 100.000 stampe diffuse per le varie attività.
La sezione Marketing di Onde Quadre è a disposizione per ogni esigenza, per valutare al meglio le collaborazioni e per ottenere la miglior soddisfazione degli investitori che si propongono quali partner dell’Associazione.

PRESS

press

[News]

OQ PARTNER UFFICIALE DI ONIRICALAB 2011

Onirica torna. E cambia nuovamente, totalmente. Si chiama OniricaLab. Il primo assaggio sarà l' 8 Ottobre alle 21 e poi un appuntamento ogni 2 mesi fino a Maggio. Terza edizione, terza location: il magnifico Magazzino 22 di Via Scuderlando, 4. Da antichi palazzi storici a moderni edifici dal DNA industriale. Quest' anno il tema è il FARE; sarete voi i veri protagonisti del palcoscenico. Farete di tutto e di più! Diventerete artigiani moderni, MAKERS di ogni tipo. Immaginate un mega laboratorio, dove si fanno, si realizzano, si producono cose. Un work in progress continuo, con il contributo di tutti e tutte. A giugno, non a Verona ma a Torino!! E dietro le quinte!? Fuoriscala con OndeQuadre, Reverse e Interzona.

allegato scarica allegato

NAM 2011. IL NUOVO BANDO

Note a Margine 2011: riparte il progetto dedicato alla creatività giovanile under 28. Le prime novità di quest'anno: potranno partecipare con opere originali tutti i giovani provenienti dalle Tre Venezie (ma anche Friuli Venezia Giulia e aggiungiamo pure il Trentino, Emilia Romagna, Lombardia, Isole Guadalupe, Congo, Birmania e Nuova Zelanda) La formula rimane sempre la stessa: avete un gruppo, suonate uno strumento (meglio se decentemente), scattate fotografie, dipingete o avete delle idee nel cassetto. Proponetecele: noi saremo dalla vostra parte. NaM11 è un’ iniziativa promossa dalle associazioni culturali Collamente, Fuoriscala, Interzona e OndeQuadre e Radio Popolare Verona. (Scarica il bando in allegato)

allegato scarica allegato

[Gallery]

MARTA CORSINI

NOSTALGIA: (olio su tela - 100x140 cm - 2011)

[Shop]

THE QALENDAR

Conta i giorni dell'anno insieme ad OQ ////// THE QALENDAR. Edizione limitata By Stefano Granchio (effetto allargato)

Prezzo:

Contatto: € 1.250 (edizione limitata : tiratura 5 pezzi autograffiati)

[Follow Us]

facebook facebook

myspace myspace

[Newsletter]

Per non farti sfuggire le notizie e gli eventi artistici e musicali più importanti iscriviti alla newsletter di Ondequadre, inserisci il tuo indirizzo e-mail qui sotto e clicca "iscriviti"!

http://www.musicalbox.com
#
#
http://www.poweredmilk.com
http://www.whatsinmybox.it
http://www.aaaaaa.it
http://www.luzer.it/Culture_Pathos_Nulla.html