ONDE QUADRE ART DEVELOPMENT

[Bloq]

MONOLITI DALLO SPAZIO PROFONDO

Fri, 08 Oct 2010 | by Concrete

Capita talvolta, di questi tempi sempre più di rado, di imbattersi in uscite che non lasciano indifferenti, sia per qualità del prodotto, che per l’approccio che l’artista ha con il sistema distributivo e divulgativo del panorama musicale. Partiamo dall’ artista. Oltre al fatto di essere una novità, nessuna informazione su chi si celi dietro al nome di “Arandel”, nessuna informazione se abbiamo a che fare con un unico soggetto piuttosto che una crew o altro. Tuttavia, vista la qualità del prodotto, l’unica sensazione che traspare da tanto torbido, è che sicuramente non si ha a che fare con uno sprovveduto. Passando all’ ascolto l’album, più che l’insieme delle singole traccie va considerato come un'intera suite, forma tanto cara alla discografia progressive e alternative rock anni 60-70. Ma qui, con buona pace dei fans di Pink Floyd e Led Zeppelin, tra cui anche il sottoscritto, si parla d’altro. I primi due brani, #1 e #5 sono caratterizzati da portanze ritmiche tipiche della tecno di alta qualità, sopratutto nell’ uso sapiente di drops e percussioni minimaliste in sottofondo, di stampo prettamente nord europeo. Se dovessi accostare un nome di un artista noto che molto ha in comune con quanto #1 e #5 trasmettono mi verrebbe da citare Trentemoeller. Poi arriva #6, un forte sedativo. Una galoppata ambient mai disturbata da cassa o altri elementi classici che ne scandiscano la ritmica, che si mantiene fluttuante tra vocalizzi ed arpeggi come al centro di un ipotetico triangolo tra India Marocco e lande Irlandesi. #7 scandisce il ritmo di un risveglio più associabile alle prime due traccie dell’ album, con sint ipnotici a disegnare melodie arabeggianti che lasciano il posto ad echi di fisarmoniche gitane, per un eccezionale finale all’ unisono con allegati archi ed orchestrali. #9 inizia con un loop di voci tipo mantra idiano per poi fondersi, dopo circa un minuto di intro con una ritmica che sembra rimanere spostata altrove rispetto alla posizione del brano, merito di un ottimo lavoro di riverberi ed effetti vari. Nel finale gli arrangiamenti la fanno da padroni, sovrastando la ritmica strana ma azzeccata del brano forse più sperimentale di questo lavoro. #10 ci fa forse capire qualcosa di più sulla formazione musicale dell’ artista, che miscelando sapientemente pianoforte, synt, e strumenti indiani, in un lento scorrere di matrice ambient, mette a nudo una conoscenza tecnica di tutto rispetto, messa al servizio di un opera che ascolto dopo ascolto convince sempre di più. La traccia #8 resta sospesa per quasi tutta la sua durata, appesa ad un ipnotico clak, che sul finale porge il fianco alla cassa che ci accompagna fino all’ ultima traccia dell’ album #3, che riprende un pò i contenuti ritmici e melodici della prima parte dell’ album. A chiudere il tutto l’epilogo, pura sperimentazione ad inerpretazione libera. Concludendo, Arandel, lo si potrebbe catalogare come l’incrocio di Trentmoeller per le parti più ritmate e veloci, con gli Air di Moon Safari e Virgin Suicide per quelle più ambient e Lo-Fi, sapientemente miscelati con notevole dovizia tecnica. Se quest’ album sarà un opera d’arte o una delle tante meteore lo sapremo tra qualche lustro, nell’ attesa che Arandel si sveli per quello che è realmente e ci regali altre opere sublimi e delicate come questo In D, che mi sento di promuovere a pieni voti, gustatevi questa traccia. Buon ascolto.

Tags: Album Review

Share |

Commenta!

Nome :
Mail :
Messaggio :
Tre - due? :

[News]

OQ PARTNER UFFICIALE DI ONIRICALAB 2011

Onirica torna. E cambia nuovamente, totalmente. Si chiama OniricaLab. Il primo assaggio sarà l' 8 Ottobre alle 21 e poi un appuntamento ogni 2 mesi fino a Maggio. Terza edizione, terza location: il magnifico Magazzino 22 di Via Scuderlando, 4. Da antichi palazzi storici a moderni edifici dal DNA industriale. Quest' anno il tema è il FARE; sarete voi i veri protagonisti del palcoscenico. Farete di tutto e di più! Diventerete artigiani moderni, MAKERS di ogni tipo. Immaginate un mega laboratorio, dove si fanno, si realizzano, si producono cose. Un work in progress continuo, con il contributo di tutti e tutte. A giugno, non a Verona ma a Torino!! E dietro le quinte!? Fuoriscala con OndeQuadre, Reverse e Interzona.

allegato scarica allegato

NAM 2011. IL NUOVO BANDO

Note a Margine 2011: riparte il progetto dedicato alla creatività giovanile under 28. Le prime novità di quest'anno: potranno partecipare con opere originali tutti i giovani provenienti dalle Tre Venezie (ma anche Friuli Venezia Giulia e aggiungiamo pure il Trentino, Emilia Romagna, Lombardia, Isole Guadalupe, Congo, Birmania e Nuova Zelanda) La formula rimane sempre la stessa: avete un gruppo, suonate uno strumento (meglio se decentemente), scattate fotografie, dipingete o avete delle idee nel cassetto. Proponetecele: noi saremo dalla vostra parte. NaM11 è un’ iniziativa promossa dalle associazioni culturali Collamente, Fuoriscala, Interzona e OndeQuadre e Radio Popolare Verona. (Scarica il bando in allegato)

allegato scarica allegato

[Gallery]

MARTA CORSINI

NOSTALGIA: (olio su tela - 100x140 cm - 2011)

[Shop]

THE QALENDAR

Conta i giorni dell'anno insieme ad OQ ////// THE QALENDAR. Edizione limitata By Stefano Granchio (effetto allargato)

Prezzo:

Contatto: € 1.250 (edizione limitata : tiratura 5 pezzi autograffiati)

[Follow Us]

facebook facebook

myspace myspace

[Newsletter]

Per non farti sfuggire le notizie e gli eventi artistici e musicali più importanti iscriviti alla newsletter di Ondequadre, inserisci il tuo indirizzo e-mail qui sotto e clicca "iscriviti"!

http://www.musicalbox.com
#
#
http://www.poweredmilk.com
http://www.whatsinmybox.it
http://www.aaaaaa.it
http://www.luzer.it/Culture_Pathos_Nulla.html